Silenzio e i suoi colori

Silenzio e i suoi colori

Un silenzio scuote i miei pensieri nel vorticoso tumulto della vita, la magia del silenzio riempie ogni emozione di sfumature uniche.

In altre parole, abbiamo tutti bisogno di momenti in cui far riposare la mente e rientrare in contatto con il nostro io più profondo.

Ho bisogno di silenzio
come te che leggi col pensiero
non ad alta voce
il suono della mia stessa voce
adesso sarebbe rumore
non parole ma solo rumore fastidioso
che mi distrae dal pensare.

Ho bisogno di silenzio
esco e per strada le solite persone
che conoscono la mia parlantina
disorientate dal mio rapido buongiorno
chissà, forse pensano che ho fretta.

Invece ho solo bisogno di silenzio tanto ho parlato, troppo
è arrivato il tempo di tacere
di raccogliere i pensieri
allegri, tristi, dolci, amari,
ce ne sono tanti dentro ognuno di noi.

Gli amici veri, pochi, uno? sanno ascoltare anche il silenzio,
sanno aspettare, capire.

Ada Merini

Chi di parole da me ne ha avute tante e non ne vuole più, ha bisogno, come me, di silenzio.

Lo spazio 

Credo, tuttavia, che la vita sia come una biblioteca, diversi i titoli di ogni libro, copertine con colori e texute, come diverse sono le persone che ne scrivono le pagine attraverso racconti, storie, metafore, tragedie, ognuno di loro rappresentano quindi un ‘espressione delle passioni, in altre parole i silenzi che  guidano e colorano i nostri cuori.

Oltrepasso i primi scaffali e subito mi sembra di attraversare simbolicamente il mio passato.

 

 

 

In ogni ripiano si racchiude un anno, vissuto in ogni libro le esperienze che ho affrontato, in ogni pagina le emozioni che ho provato, in ogni riga i pensieri sospesi tra le scelte e decisioni.

Tutti simili ma diversi, tutti tra scaffali che raccontano di montagne o mari , paesi sperduti o fiabe infinite…
Il tutto in una biblioteca della vita, sono emozioni che allo stesso modo creano un mondo nel mondo, come se tra questi libri il silenzio rappresentasse una forma di rispetto

 

Per coloro i quali hanno portato l’espressione della comunicazione ai più grandi livelli emozionali.

Quindi la poesia che solo nel racconto ti porta ad immaginare “la nebbia, gli irti colli, la pioggia il maestrale ”

Immagini emotive delle quali noi diveniamo i registi, i direttori della fotografia.
Oppure la grande dimensione spirituale.

Monaci, frati che nel silenzio ricercano la verità indipendentemente dal credo, uno strumento universale che oltrepassa, colori e fedi.
Dedicate al silenzio il tempo di rileggere i capitolo della vostra vita e prendetevi il tempo del silenzio per scrivere il vostro futuro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *