Covid 19 oltre la paura

Covid 19 e la conseguente recessione economica hanno influenzato negativamente la salute mentale di molte persone e creato nuove barriere per le persone che già soffrono anche per il distanziamento sociale.

  • Secondo un nuovo studio quasi il 20% dei pazienti con COVID-19 ha sviluppato un problema di salute mentale come depressione, ansia o demenza , entro 3 mesi dalla diagnosi.
  • I ricercatori hanno valutato le cartelle cliniche di 69 milioni di persone che includevano oltre 62.000 persone con diagnosi di COVID-19.
  • I medici sospettano da tempo che COVID-19 fosse collegato a tassi più elevati di problemi di salute mentale.

Un nuovo studio del Regno Unito ha scoperto che le persone che erano malate di COVID-19 avevano una significativa possibilità di sviluppare un disturbo psichiatrico dopo il recupero.

 Il loro rischio era raddoppiato rispetto alle persone che non avevano COVID-19.

I medici hanno sospettato che COVID-19 fosse collegato a tassi più elevati di problemi di salute mentale.

E’ stato anche dimostrato che le persone con diagnosi di COVID-19 soffrono comunemente di ansia, insonnia, depressione e disturbo da stress post-traumatico.

Sebbene i ricercatori stiano ancora lavorando per capire esattamente come il nuovo coronavirus influisce non solo sulla mente ma sulle funzioni cerebrali, questa nuova ricerca aiuta a stabilire ulteriormente il collegamento.

“COVID-19 può provocare problemi psicologici dovuti sia allo stress pandemico che agli effetti fisici della malattia” afferma neuropsicologa senior presso il Lenox Hill Hospital di New York City.

Come il nuovo coronavirus colpisce la mente

La semplice diagnosi di una nuova malattia potenzialmente pericolosa per la vita può innescare stress e ansia.

“Data la novità e la portata della pandemia, c’è poco o nessun quadro, in particolare durante la vita della maggioranza della popolazione viva su come gestire la minaccia per la salute, lo stile di vita e il cambiamento sociale”, afferma Jessica Stern , PhD, psicologo e professore assistente clinico presso il Dipartimento di Psichiatria della NYU Langone Health.

Coloro che risultano positivi devono anche isolarsi, il che può contribuire all’ansia e alla depressione

In genere i pazienti possono fare affidamento sui propri cari mentre si riprendono.

“Nel caso di COVID la maggior parte dei pazienti sa che dovrebbe evitare di trasmettere la malattia ad altri e quindi non avere quel tipo di conforto e supporto”, afferma la dott.ssa Gail Saltz , professore associato di psichiatria presso il NY Presbyterian Hospital.

Combattere la malattia stessa può anche essere faticoso per coloro che sviluppano sintomi da moderati a gravi.

“La diagnosi e il trattamento di COVID-19 hanno maggiori probabilità di essere traumatici rispetto ad altre condizioni mediche a causa della potenziale gravità della malattia, della novità della malattia e dell’incertezza associata nel suo trattamento e dell’isolamento coinvolto”, afferma Stern.

Molti pazienti COVID-19 sopportano sintomi che durano per mesi e interferiscono con la loro vita quotidiana.

Potrebbero essere necessari fino a mesi per riprendersi da COVID, il che può comportare una serie di sfide ad esempio, difficoltà a tornare al lavoro, difficoltà a prendersi cura dei bambini o difficoltà a riprendere le proprie routine “normali”, afferma LeMonda.

Il Covid-19 può creare danni (anche) al cervello | Fondazione Umberto  Veronesi

Come il nuovo coronavirus colpisce il cervello

Gli scienziati ora sanno che COVID-19 non è solo una malattia respiratoria, ma una malattia che può raggiungere molti organi critici, incluso il cervello.

Numerosi rapporti mostrano che i pazienti COVID-19 sperimentano spesso complicazioni neurologiche. come confusione, vertigini, delirio e altri disturbi cognitivi .

Gli scienziati stanno ancora lavorando per capire come il nuovo coronavirus interagisce con il sistema nervoso centrale, ma sospettano che il nuovo coronavirus possa danneggiare l’afflusso di sangue al cervello e portare a gonfiore nel tessuto cerebrale.

“Se il virus colpisce direttamente il sistema nervoso centrale, ciò può provocare gravi malattie neurologiche e psichiatriche”, afferma LeMonda.

Inoltre, un sistema respiratorio compromesso potrebbe diminuire l’apporto di ossigeno al cervello, ha aggiunto LeMonda.

Inoltre, esiste una forte correlazione tra il funzionamento immunologico e la salute mentale.

COVID-19 può disturbare il ritmo circadiano di una persona, il che può compromettere il sonno, portare a insonnia e provocare depressione, ansia o altri cambiamenti cognitivi.

Prenditi cura di te stesso

Se sviluppi COVID-19 è fondamentale ascoltare il consiglio del tuo medico e dare la priorità alla tua salute fisica, mantieni una dieta sana, bevi molta acqua, segui un programma di sonno coerente e rimani fisicamente attivo quando possibile.

Questo MP3 integrato con tecnologia 8D è uno strumento molto importante per poter accedere e riattivare le nostre potenzialità inconsce.

MP3 8D Post Covid

CLICCA-QUI-BLU - Movimento Birrario Italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *