E’ mia profonda convinzione che siano molti percorsi per connettersi al nostro Sè attraverso il silenzio e certamente molti percorsi per trovare la nostra voce concetto che  in un dato momento della nostra vita diventa un passaggio fondamentale.

Molti di noi vivono una vita di quieta disperazione – rinviando i nostri sogni o usando più scuse come il tempo, denaro o altri come il motivo per cui non stiamo esprimendo i nostri doni unici o i nostri talenti speciali.

Per rompere questo schema, ecco sette passi per trovare la tua voce.

Usa una, tutte o qualsiasi combinazione dei sette per stimolare la tua voce:

Mentre l’universo divino ti avvolge ad ogni respiro, concedi il permesso ai quattro elementi del tuo essere:

 

Corpo  Mente  Anima  Spirito

Trascorri regolarmente del tempo in quiete e silenzio. Almeno 15 minuti ogni giorno in modo da poter calmare le fluttuazioni della tua mente e alleviare la turbolenza emotiva nella tua vita. Da quell’immobilità, le risposte arriveranno.

  1. Coltiva la tua capacità di ascoltare il mondo che ti circonda. La meditazione quotidiana porta ad una maggiore consapevolezza. Cosa ti fa arrabbiare? Cosa ti fa piangere? Cosa ti dà speranza? Cosa ti appassiona? Cosa fa funzionare il motore? Ascolta le tue emozioni durante il giorno e senti cosa ti emoziona.
  2. Attingi alla tua passione a vibrare sotto la nostra superficie, sono i nostri desideri personali, amare con passione, vivere con passione, imparare con passione e di aggiungere valore al momento, di contribuire con passione. Allora dov’è la tua voce?
  3. Individua la sovrapposizione tra quei quattro desideri e troverai il seme della tua voce!
  4. Diventa davvero obiettivo. Osservati da un’altra prospettiva. Prendi il tuo diario e descriviti in terza persona. Guardati come faresti con un personaggio di un libro e scrivi ciò che ispira quella persona e come segnerà il mondo. Quando avrai scritto per un capitolo, stravolgi la storia, crea il personaggio in prima persona e guarda come si sviluppa la tua voce.
    Dopo aver meditato per alcuni minuti, metti una mano sul cuore e chiedi: “Dove mi trattengo?” “In quali casi mi mordo la lingua?” “Dove posso parlare un po ‘di più?” “Dove potrei entrare nell’ignoto con un po ‘più di potere?” “Se sapessi che non potrei fallire, quale sarebbe il mio piccolo passo?”
  5. Trova qualcuno che crede davvero in te. Un insegnante, un mentore, un coach – qualcuno che vede i tuoi punti di forza, confermi i tuoi doni e sostiene il tuo sogno. Ascolta il tuo cuore.
    Spesso crediamo che il tempo o il denaro siano gli impedimenti per realizzare i nostri obiettivi o trovare la nostra voce, ma in realtà temiamo di non essere all’altezza dei nostri sogni.
  6. Procedi per piccoli passi. Inizia dove sei e concediti il ​​permesso di parlare dal tuo cuore. Ricorda, tutte le risposte rimangono dentro. Sii gentile e le risposte arriveranno da un luogo di quiete e silenzio. Allora lascia che la tua voce ti parli!

Lascia un commento