Capisco!

È  difficile lasciare andare cose o persone nella nostra vita come, vecchi maglioni o piccolo oggetti che in qualche modo sono legati alla nostra sfera emotiva. Ora immagina quanto deve essere difficile seguire lo stesso comportamento con le persone . Le persone di cui potremmo ancora essere legati sentimentalmente o avere ancora legami emotivi.

Persone che forse ci hanno aiutato, ci hanno salvato, ci hanno fatto vedere la luce in fondo al tunnel in un particolare momento della nostra vita.

I fattori più significativi nella tua vita sono le persone intorno a te: le tue relazioni.

Ecco perché ogni anno non faccio solo il punto sulle “cose” nella mia vita.

Prendo anche atto delle persone con cui trascorro più tempo.

Definisco una serie di  categorie:

quelli che mi sostengono

quelli che mi  prosciugano di ogni energia vitale

Oppure le persone che irradiano positività ed energia mi sfidano mi motivano, ispirano la mia vita.

E’ fondamentale comprendere che ci sono persone che trasudano negatività e drenano la mia energia non sono un valore aggiunto nella mia vita.

Prendere atto di queste persone/comportamenti mi consente di scegliere se passare meno tempo con loro o addirittura lasciarli andare per sempre.

Questo processo è ciò che definisco anche nei miei corsi il  Q.I.E. Quoziente Intelligenza Emotiva è la chiave per ottimizzare le relazioni ed evolverci in maniera utile, salutare e funzionale.

Esaltare e celebrare i fattori positivi ed eliminare gli eventi negativi. La vita è un processo potente per rimuovere il negativo e circondati di persone straordinarie che ti permettono di accedere in una  consapevole grandezza. È così che senti la chiamata del tuo potenziale e definisci obiettivi che cambieranno la tua  vita.

Dobbiamo concentrarci su le giuste relazioni.

Detto questo, non è mai facile lasciare andare le persone. In realtà, di solito è difficile e doloroso.

Quindi, le cose cambiano!!

Alcuni dei miei amici pensano che sia un po ‘spietato il modo in cui decido di eliminare le persone negative dalla mia vita, ma non lo vedo in questo modo.

Perché non si tratta solo di eliminare il negativo ma anche di permettere alle stesse persone di mettersi in discussione e comprendere il perché amici, conoscenti o collaboratori a distanza di tempo decidano di allontanarla, potrebbe diventare la chiave per consentire anche a loro di pensare in modo più costruttivo e positivo.

Si tratta di amplificare l’aspetto positivo. 

Le relazioni familiari portano un insieme specifiche complessità. Potresti avere genitori che sono persone molto negative e che ti criticano spesso, devi tracciare dei confini e limitare il tempo che passi anche con loro. Se hai una relazione tossica  con i tuoi genitori, potrebbe essere necessario allontanarli completamente dalla tua vita.

Puoi avere altri membri della famiglia che non sono sempre positive, ma non sei in grado di rimuoverli dalla tua vita perché sono profondamente collegati alle persone che ami.

Devi solo minimizzare l’impatto che hanno su di te direttamente.

Potresti avere amici,  positivi, che attraversano momenti estremamente difficili che sfuggono al loro controllo, persone che hanno a che fare con eventi della vita come una malattia, la morte di qualcuno vicino a loro o persino la perdita di un lavoro.

Hanno bisogno di te  e della tua positività per aiutarli a superare questo particolare momento negativo. Devi tenerli stretti.

Non c’è modo di eliminare tutta la negatività dalla tua vita.

Ma aumentando la positività, puoi mitigare gli effetti del la oscuro che non puoi controllare.

Rimanere positivo è una scelta, non sempre facile in alcuni rapporti, ma comunque una scelta per non lasciare che la negatività influenzi.

Scegli la positività. So che puoi.

Lascia un commento