Il termine mandala significa cerchio o centro, ha una struttura circolare e tutte le parti sono equidistanti dal centro, possono essere disegnate e colorate a piacimento.Nella tradizione orientale il mandala viene considerato come l’espressione grafica dell’universo,nella cultura
tibetana viene chiamato “Yantra” ed è usato come strumento di meditazione poiché permette la concentrazione.
Due sono gli elementi geometrici che costituiscono il mandala sono un cerchio e un quadrato.
Il cerchio, simbolo di perfezione spirituale, da sempre rappresenta la coscienza, la vita, la morte e la rinascita; disegnandolo può contribuire ad evocare le parti conflittuali di ciascuno, poiché la sua forma richiama la sicurezza dell’utero materno e quindi indica protezione.
Il quadrato, simbolo di armonia e perfezione del mondo materiale, con le sue rette identifica razionalità, concretezza, prontezza e desiderio di riuscire; rappresenta gli ambienti, le persone e le situazioni che ci circondano.
Il mandala è la ruota della vita, raffigura l’Universo e come quest’ultimo, sorge dal centro per tendere all’esterno e contemporaneamente ritorna all’interno.
E’ essenziale per la nostra vita, il suo utilizzo porta, infatti, a integrare quanto ancora necessita per il generale stato di benessere; ogni mandala racchiude tutto ciò che può servirci.

Utile per ;

– comprendere e gestire i propri confini
– perdersi per poi ritrovare se stessi
– attingere dal proprio centro/risorse
– favorire un riequilibrio interiore
– tranquillità/serenità

Mandala: la ruota della vita, tra colori, forme e simbologia
Un affascinante strumento per riscoprire noi stessi e per star meglio con noi stessi.

Lascia un commento