Troppo spesso siamo il nostro peggior nemico. Ti illustro le tre versioni classiche di paura del successo e come sconfiggerle.

Ti sei mai trovato dinanzi ad un grande successo per poi renderti conto che le cose iniziano ad andare storte? Inizia con una sensazione di agitazione, i più piccoli dettagli ti irritano.

Le persone affidabili iniziano a commettere errori allarmanti  “Che succede? Non capiscono quanto sia importante  per me? Perché sono così negligenti?
Non riesci a concentrarti e ti ritrovi a procrastinare su cose che sai porteranno al successo. Dici qualcosa di banale o inutile in un incontro importante. “Cosa c’è che non va in me oggi?” Ti metti in discussione con il tuo partner e i tuoi amici che si chiedono perché tu sia così “irascibile”.

Tutti questi sono i classici sintomi della paura del successo  una condizione che è tanto più pericolosa perché è così inaspettata.

Vuoi avere successo, giusto? Hai sudato sangue per arrivare a questo punto, quindi perché dovresti sabotarti?

Nella nostra cultura orientata al successo  non  pensiamo molto al fatto che il successo può essere davvero spaventoso. Siamo abituati a vedere la paura come il nemico  quindi facciamo del nostro meglio per ignorarlo, il che significa che la paura rimane subconscia, esprimendosi nel tipo di comportamenti “stupidi” di cui sopra.

Quindi, cosa puoi fare a riguardo?

A volte tutto ciò che devi fare è “uscire” dalla paura ammettendo a te stesso di essere, di fatto, spaventato. Paradossalmente, può avere l’effetto di una profonda sensazione di rilassamento. “OK, sono nervoso, il che è abbastanza normale considerando la posta in gioco.” (Respiro profondo) “Bene, quale sarà il prossimo passo?” Molto potente può essere concentrarsi esattamente su ciò di cui hai paura, per trovare un modo efficace  per affrontare con la minaccia.

Qui ci sono tre versioni classiche di paura del successo e come affrontarle.

1. Paura di non affrontare il successo
Come sottolinea Hugh MacLeod, il successo è più complesso del fallimento. A un certo livello è più comodo rimanere in una situazione familiare. Ma raggiungere il successo (comunque lo definisci) significa che stai entrando in un territorio inesplorato, ti stai mostrando al mondo per essere esaminato e molto probabilmente anche criticato, esponendoti a nuove pressioni e richieste.

È solo umano chiedersi se sarai all’altezza della sfida. Una piccola parte ansiosa di te preferirebbe non correre il rischio.

Cosa fare:
Sebbene l’idea del successo possa essere spaventosa, la realtà è generalmente più facile da affrontare rispetto a quella che avevi prima. Se sei stato tanto determinato da continuare anche nei momenti difficili,  sarai certamente in grado di fare lo stesso quando i tempi saranno migliori.

Dovrai apportare modifiche e imparare cose nuove  ma sei abbastanza creativo e abbastanza flessibile per farlo ? Se riscontri dubbi, ricorda a te stesso tutte le risorse extra che il successo ti porterà:

Una spinta alla tua fiducia
Una rete di contatti più grande e più potente
Un saldo bancario più stabile
Una reputazione e una credibilità che apriranno nuove porte

2. Paura di vendere te stesso
I creativi hanno una relazione complicata con il successo. Da un lato non staresti leggendo questo articolo se non fossi ambizioso, dall’altra, non vuoi il successo a tutti i costi, specialmente la perdita della tua integrità morale ed artistica. Qualunque sia la tua scelta, quando raggiungi qualsiasi tipo di successo pubblico, è triste, ma qualcuno da qualche parte, sta pensando (e persino dicendo) cose cattive su di te. Puoi sconfiggere l’ignoranza ma mai l’invidia, quindi rassegnati.

Cosa fare:
Innanzitutto, accetta che non piacerai mai a tutti. La maldicenza fa parte del prezzo del successo in secondo luogo, assicurati di essere a tuo agio con le tue scelte. Fai una lista di tutte le cose che considereresti e che non sei disposto a fare quindi mantieni la lista a portata di mano. Finché non fai le cose in quella lista, puoi guardarti allo specchio.

3. La paura di diventare qualcun altro
Poiché abitualmente mettiamo persone di successo su piedistalli, l’idea di diventare “uno di loro” può sembrare scoraggiante. Inizi a preoccuparti che ti trasformi in qualcun altro, una persona che i tuoi amici e la famiglia non riconosceranno e che non gradiranno, questa paura ha qualche fondamento nella realtà. Dopotutto, se fossi soddisfatto della persona che sei ora, perché vorresti cambiare? Ma il concetto si basa anche su una premessa sbagliata: quel cambiamento consiste nel lasciare il vecchio sé dietro e sostituirlo con uno completamente nuovo. Il cambiamento è più complesso, sei decisamente più complesso di così.

Cosa fare:
Invece di pensare al cambiamento in termini di sottrazione (perdendo il tuo vecchio sé), pensalo in termini di addizione, stai per scoprire e sviluppare nuove sfaccettature per la tua personalità  aggiungendo ciò che sei e ciò che porti nel mondo. Abituarsi al tuo nuovo ruolo è intenso ed emozionante, puoi sempre essere la persona che sei sempre stato in famiglia e con gli amici, trascorrere del tempo con loro ti sembrerà di scivolare sui tuoi vecchi e comodi jeans dopo aver passato del tempo con i tuoi nuovi vestiti alla moda.

Più “sé” = più scelte per una vita più ricca sia emotivamente che finanziariamente. 

Se vuoi aver successo nella vita, fai della perseveranza il tuo migliore amico, dell’esperienza il tuo saggio consigliere, della cautela il tuo fratello maggiore e della speranza il tuo angelo custode.

Lascia un commento