Ascolto la virtù del coachee Siddharta

Ascolto, la virtù del barcaiolo

Tra le virtù del barcaiolo questa era una delle più grandi: l’ ascolto attivo come pochi.

Amare significa saper sentire oltre le parole!

Per imparare a l’ascolto significa comprendere, dovremmo impegnarci tutti nel praticare l’ascolto attivo.
L’ascolto attivo viene inteso come la capacità di saper ascoltare con un elevato grado di attenzione e partecipazione comunicativa.
In pratica differisce dall’ascolto comunemente inteso come semplice ricezione di informazioni (ascolto passivo).
Saper osservare bene l’interlocutore, percependo anche il suo linguaggio non verbale e il suo tono di voce, favorisce la nostra concentrazione e quindi anche il nostro sistema di ascolto.
Si attiva con maggiore afficacia, come avere un elevato grado di attenzione favorisce la nostra concentrazione e quindi l’ascolto.
Osservazione e ascolto si autoalimenteranno così in una spirale positiva che favorisce lo sviluppo di un ascolto attivo, ma anche il miglioramento della competenza di comunicazione interpersonale.

Senza che egli avesse detto una parola, Sid­dharta parlando sentiva come Vasuveda accogliesse in sé le sue pa­role, tranquillo, aperto, tutto in misurata attesa, e non ne perdesse una, non ne aspettasse una con impazienza, non vi annettesse né lode né bia­simo.

Semplicemente, ascoltava

Siddharta sentì quale fortuna sia im­battersi in un simile ascoltatore, affondirela propria vita nel suo cuore, i propri affanni, la propria ansia di sapere.
«Ti ringra­zio», disse Siddharta «ti ringrazio e accetto.

E ti ringrazio anche d’avermi ascoltato così bene! sono rari gli uomini che sanno ascol­tare e non ne ho mai incontrato uno che fosse così bravo come sei tu.
Anche in questo avrò da imparare da te». «Imparerai anche que­sto», disse Vasuveda «ma non da me.

Ad ascoltare mi ha insegna­to il fiume, e anche tu imparerai da lui. Lui sa tutto, il fiume, tutto si può imparare da lui.

Vedi, anche questo tu l’hai già imparato dal­l’acqua, che è bene discendere, tendere verso il basso, cercare il pro­fondo.

Il ricco e splendido Siddharta diventa garzone al remo, il dot­to Brahmino Siddharta si fa barcaiolo: anche questo te l’ha detto il fiume.

E anche il resto lo imparerai da lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *